domenica 8 marzo 2009

Gabriella Carlucci si traveste?


Vi invitiamo a scaricare il file della proposta di legge nata per "regolamentare internet" dal blog dell'Onorevole Carlucci e di notare come l'autore sia un certo Davide Rossi, quindi la prima ipotesi che mi salta per la mente è che l'Onorevole stufa di pensare alla fisica quantistica e alla sua vita quotidiana, di notte ami travestirsi e farsi chiamare Davide Rossi, un'altra ipotesi ma molto meno probabile è che in realtà l'autore di tale proposta di legge sia Daniele Rossi di Univideo omonimo del presidente Unione Italiana Editoria audiovisivi...

Condividi su FacebookCondividi su Facebook

1 commento:

gianluca ha detto...

Dal basso della mia ignoranza mi permetto di far notare alla loro eminenza Gabriella Carlucci, che più volte ha dimostrato quanto eclettica e profonda sia la propria cultura su temi che spaziano dalla fisica delle particelle alla rete delle reti, alcune piccole mancanze del suo maestoso ed altrimenti perfetto ed ineffabile DDL.
Iniziamo con una palese contraddizione : nel post sul proprio blog che accompagna la relazione introduttiva Ella scrive (citerò sempre testualmente) "la legge non contiene alcuna previsione sanzionatoria, ma si limita a inquadrare alcuni comportamenti commessi tramite la rete riconducendoli in fattispecie normative gia’ esistenti nel nostro ordinamento.". Il che è palesemente in contrasto con quanto scritto nella relazione introduttiva al DDL : "rendere inutile ogni tentativo di normazione o regolamentazione basato di schemi vecchi o, peggio, avulsi dalla realtà che si vorrebbe governare."
Detto questo si potrebbe anche sindacare sul fatto che la commissione NON preveda membri competenti in materia di tecnicismi informatici e tuttavia possa emettere "Pareri non vincolanti in merito alla messa in opera di misure preventive o cautelari;" ... cioè qualcuno che NON sa come funzionano le cose può dare pareri ????? Per non parlare di quando l' On. Carlucci sostiene, in buona sintesi, che bisogna andare a Mountain View dal Sig. Google a notificargli un mandato di comparizione per favoreggiamento in merito al fatto che consente sui propri server la pubblicazione di contenuti anonimi da parte di utenti italiani. Altra perla di saggezza ... 'Se è vero che quando ci si trova in una situazione in cui vi è un divario tra le forze in campo “la libertà rende schiavi e le leggi rendono liberi” ' ... ma le è avanazata un po' della roba che si stava fumando quando ha scritto ??? No, perchè io ho il sospetto che il suo pusher abbia della roba ottima ... (On. Carlucci, non se la prenda ... ho firmato con nome e cognome ed è soltanto della innoqua satira). Altra genialata ancora ... "separando in maniera inequivocabile chi usa le potenzialità di Internet per fini illeciti (o comunque non meritevoli di tutela giuridica) da chi, al contrario, se ne serve in maniera corretta e rispettosa dei diritti di tutti" ... cosa vuol dire "comunque non meritevoli di tutela giuridica" ????
Proseguendo si trova una ulteriore contraddizione espressa mirabilmente in circa 3 righe : "individuando in maniera chiara (l' enfasi è mia, n.d. Riganja) i soggetti verso i quali viene rivolto il dettato normativo:
La presente legge si applica a tutte le attività di accesso alla rete internet effettuate a partire da - e per il tramite di - apparati informatici e infrastrutture fisicamente presenti nel territorio della Repubblica Italiana."
Se questo per lei è definire chiaramente, non voglio sapere come definisce vagamente ...
Canna inoltre completamente gli scopi ... vorrebbe essere una legge contro la pedofilia ma parla sempre e solo di immissione di qualsivoglia genere di contenuti, e cita un paio di volte la Siae e la Confindustria (nessuna delle due mi risulta abbia a che fare con la pedopornografia, ma magari sono rimasto indietro io).
Credo di aver detto più di quanto fosse necessario in merito all' ennesima perla di questa comica che, se non sedesse a Montecitorio, farebbe veramente paura a Beppe Grillo per quanto riesce a far ridere gli italiani